Matrimonio

Ultima modifica 28 luglio 2021

PUBBLICAZIONI DI MATRIMONIO

La coppia che intende sposarsi deve richiedere la "pubblicazione di matrimonio", che consiste nella sottoscrizione del verbale di pubblicazione e nella successiva affissione di un avviso pubblico sull'Albo pretorio online .

I due nubendi si dovranno presentare personalmente presso l’Ufficio di Stato Civile per la sottoscrizione del verbale di pubblicazione.

Se la coppia risiede in due Comuni diversi, occorre rivolgersi al Comune in cui risiede almeno uno dei futuri sposi. Sarà direttamente l'ufficio a richiedere i documenti necessari per entrambi (anche per il non residente) e l'avviso verrà pubblicato in tutte e due le città.

Durata delle pubblicazioni

L'atto di pubblicazione resterà affisso nei Comuni di attuale residenza per almeno 8 giorni consecutivi. Il matrimonio potrà essere celebrato, dal quarto giorno successivo il termine della pubblicazione, al 180° giorno successivo; scaduto questo termine occorrerà richiedere nuova pubblicazione.

Alla scadenza del termine l'ufficio rilascia il certificato di eseguita pubblicazione da consegnarsi al Parroco in caso di matrimonio religioso.

Il matrimonio si può celebrare anche in un'altra città. E' necessario comunicarlo al momento della richiesta della pubblicazione all'ufficiale di Stato Civile il quale predisporrà la delega necessaria da inviare al Comune prescelto. Sarà cura degli sposi contattare tale Comune per concordare la data del matrimonio.

Requisiti richiesti

maggiore età (anni 18); i minorenni, dal 16° al 18° anno d'età, possono contrarre matrimonio se autorizzati con decreto, da richiedersi al competente Tribunale dei Minori;

assenza di interdizione per infermità di mente;

stato libero (celibe/nubile, divorziato/divorziata, vedovo/vedova);

assenza di impedimenti di parentela, affinità, adozione e affiliazione;

assenza di condanna per omicidio consumato o tentato sul coniuge dell’altra persona.

Documenti necessari

- documento di identità in corso di validità per entrambi i nubendi;

- marca da bollo da Euro 16,00, come da prospetto allegato;

- per i cittadini stranieri: nulla-osta al matrimonio, rilasciato dall'autorità straniera competente;

- per contrarre il matrimonio con rito religioso: richiesta di pubblicazione di matrimonio rilasciata dal Parroco/Ministro di Culto

RITO CIVILE

Dove è possibile celebrare il matrimonio

La celebrazione del rito civile si può tenere presso:

Sala polivalente sita al 2^ piano della sede comunale – Piazza Sen. M. Pedini n. 1

Castello Bonoris - Piazza S. Maria, 36

Sala consiliare sita presso la sede comunale * Piazza Sen. M. Pedini n. 1

Palazzo Monti della Pieve – Via XXV Aprile n. 237

Palazzo Novello – Via Tito Speri n. 19

Ristorante Corte Francesco – viale Europa n. 76

Ristorante Green Park Boschetti – via Mantova n. 190

Castello Bonoris - Piazza S. Maria, 36

- Al momento della celebrazione civile sarà richiesta la presenza di DUE testimoni (anche parenti) ai sensi dell'art. 107 del c.c.

* E’ possibile poter accedere alla sala consiliare con la sola auto degli sposi; va richiesto preventivamente (almeno 7 giorni prima della data di celebrazione) un permesso temporaneo di circolazione all'Ufficio Polizia Locale, scrivendo all’indirizzo: polizialocale@montichiari.it

Tariffe

Per le informazioni sulle tariffe si veda il prospetto allegato mentre per le modalità di pagamento vedere le specifiche istruzioni.

rapporti patrimoniali tra coniugi

In difetto di diversa manifestazione di volontà, il regime che per legge regola i rapporti patrimoniali tra i coniugi è quello della comunione dei beni, così come previsto dagli articoli 177 e successive modifiche del Codice Civile.

Dal 20/09/1975, a norma della L. 19/05/1975 n. 151, le coppie che contraggono matrimonio:


- se vogliono la comunione dei beni non debbono fare niente, il silenzio fa scattare automaticamente il nuovo regime di comunione dei beni;


- se vogliono la separazione dei beni all'atto della celebrazione del matrimonio con rito civile, debbono dichiarare all'Ufficiale di Stato Civile la volontà di mantenere separati, anche per il futuro, i rispettivi beni;


- in base all'articolo 30 della Legge n.218 del 1995, i coniugi possono anche scegliere di essere regolati dalla legge dello stato di appartenenza (se stranieri) o del luogo estero di residenza.

Nell'ipotesi di matrimonio con rito religioso, tale dichiarazione dovrà essere accolta dal Sacerdote/Ministro di Culto che celebra il matrimonio ed inserita nel relativo atto di matrimonio da trasmettere all'Ufficiale di Stato Civile per la prescritta trascrizione.

Come presentare la domanda

Compilare l’ allegato modulo ed inviarlo, unitamente a copia della carta d’identità, all’indirizzo e.mail: ufficio.protocollo@cert.montichiari.it o fissare un appuntamento con l'ufficio Stato Civile

INFORMAZIONI E CONTATTI

Servizi Demografici – Ufficio di Stato Civile

Piano terra sede comunale – Piazza Sen M. Pedini n. 1

Tel. 030/9656276 – 270

e.mail: anagrafe@montichiari.it

pec: ufficio.protocollo@cert.montichiari.it

ORARI DI APERTURA:

Lun – Ven: 08,30 – 12,45

Sab: 8,30 – 11,00

RIFERIMENTI NORMATIVI:

- D.P.R. 3.11.2000 N. 396, "Regolamento per la revisione e la semplificazione dell'ordinamento dello stato civile"

- Codice Civile

- Delibera di Giunta n. 173 del 20/12/2014 “Autorizzazione alle celebrazioni di matrimoni di rito civile fuori dalla casa comunale - determinazioni e indirizzo agli uffici”