Pinacoteca Laura e Antonio Pasinetti

Ultima modifica 3 gennaio 2022

Orari di apertura (solo primo piano edificio ex ospedale):

Lunedì 14.00-19.30

Martedì 14.00/18.30

Mercoledì 9.00-12.30/14.00-18.30

Giovedì 14.00-18.30

Venerdì 9.00-12.30/14.00-18.30

Sabato 9.00-12.00/14.00-18.30

INGRESSO GRATUITO

Dal 10 gennaio 2022 è obbligatorio il Green Pass 'rafforzato'.

----

La Civica Pinacoteca Antonio e Laura Pasinetti è allestita all’interno dell’elegante palazzo neoclassico del vecchio ospedale cittadino, già sede nel XVI secolo della Chiesa di San Rocco e dal 2007 ospitante anche la Biblioteca Treccani, sorta nel 1966. È una galleria destinata a conservare in modo permanente l’opera del pittore Antonio Pasinetti (1863-1940), nato a Montichiari e poi trasferitosi a Milano, dove si affermò come talentuoso ritrattista. Infatti, sono molti i ritratti realizzati per la borghesia milanese a cui si uniscono favolosi paesaggi colorati e dipinti a tema sociale. L’esposizione nasce dalla decisione di Laura Pasinetti, nipote dell’artista, di donare alla Città di Montichiari nell’aprile del 2006 il patrimonio famigliare di oltre quattrocento opere tra dipinti, bozzetti, lettere, incisioni e disegni. Dopo la sua morte a portare avanti lo sforzo, da lei tenacemente avviato già nel 2003 con un intenso lavoro di catalogazione, restauro e ordinamento, è stato l’Assessorato alla Cultura del Comune di Montichiari che ha così dato alla città una Civica Pinacoteca.

“Antonio Pasinetti, un pittore dalla dolce malinconia, un artista perfetto, sempre elegante nell’abito, con l’umore serenamente uguale, pacato ed arguto nella conversazione; si sentiva nel suo intimo un signore e lo rivelava nei modi e nella sua arte”. Con queste parole Lauro Pasinetti condensava il ricordo del padre morto nel 1940 e celebrato nel 1942 da una grande mostra organizzata a Milano (città dove l‘artista aveva l’atelier) col sostegno di Giovanni Treccani degli Alfieri, che del pittore fu sempre grande estimatore e fraterno amico.