Museo Demologico Giacomo Bergomi

Ultima modifica 24 marzo 2022

ORARI  APERTURA con ingresso gratuito:

venerdì e sabato: 10-13 e 14:30-18

domenica: 14:30-19

Infoline: 030/9650455 - info@montichiarimusei.it

Dal 10 gennaio 2022 è necessario il Green Pass 'rafforzato'.

----

Il Museo “Giacomo Bergomi – Beni demologici del mondo agricolo alpino e padano”, istituito dal Comune di Montichiari e ubicato presso il Centro Fiera del Garda in Montichiari, intende valorizzare la collezione etnografica creata dal pittore e collezionista Giacomo Bergomi.

La collezione è formata da circa 6 mila reperti tradizionali provenienti dalle Valli alpine e dalla pianura bresciana. Nell’insieme essa documenta pressoché ogni aspetto del mondo agrario locale: dalle tecniche di lavorazione dei campi all’allevamento del bestiame, dai lavori domestici all’artigianato rurale, dai riti che scandivano il ciclo dell’anno a quelli connessi alle varie fasi della vita umana. L’esposizione si articola attraverso due sale, quella permanente e quella temporanea destinata ad accogliere mostre tematiche a rotazione. Il Museo è inoltre dotato di un’area riservata alle attività didattiche, di una sala proiezioni con 50 posti a sedere e di una sala consultazione dotata di postazioni informatiche, di un bookshop e di una biblioteca-mediateca, aperta al pubblico, specializzata in antropologia museale e in didattica dei beni demo-etno-antropologici. Il Museo organizza durante l’anno scolastico percorsi didattici rivolti a insegnanti e allievi delle Scuole di ogni ordine e grado. Attraverso un approccio interattivo e coinvolgente, la visita guidata si propone di far conoscere le principali tappe del ciclo della vita e dell’anno tradizionali, introducendo a un propositivo confronto con la realtà attuale, realizzato grazie all’ausilio di reperti materiali, immagini, suoni e video del passato. Nell’ora di laboratorio gli alunni delle Scuole dell’infanzia e primarie possono cimentarsi, presso l’Area didattica interna al Museo, nella manipolazione di oggetti e strumenti della tradizione, e nella riproduzione di alcune attività lavorative caratterizzate dall’uso di materiali ecologici. Gli studenti delle Scuole secondarie saranno invece guidati a esercitarsi sulle postazioni informatiche del Museo per approfondire e personalizzare i contenuti della loro visita. I visitatori possono disporre dell’ampio parcheggio e del punto di ristoro del Centro Fiera.