Liquami zootecnici

Tutte le aziende che per effetto della legge regionale n. 37 del 15 dicembre 1993 sono tenute a presentare domanda al sindaco per avere l'autorizzazione all'utilizzazione dei reflui zootecnici in agricoltura devono rivolgersi ad un tecnico abilitato per la redazione del Piano di Utilizzo Agronomico dei reflui (PUA). Il tecnico dovrà predisporre il Piano  avvalendosi del software GIARA 37.
Ogni anno il comune effettua controlli per verificare la corretta pratica di gestione e di spandimento dei reflui zootecnici. Al fine di ridurre esalazioni maleodoranti, si consiglia, da maggio a settembre, l’immediato interramento (entro le 6 ore), per ridurre l’emissione di ammoniaca in atmosfera e creare meno disagio in termini di odori, le migliori tecniche disponibili sono la distribuzione a raso del liquame o l’uso di iniettori (è comunque vietato il lungo lancio).

Si raccomanda quindi a tutti gli allevatori, per non incorrere in spiacevoli sanzioni (anche penali), di seguire correttamente quanto dichiarato nel Piano agronomico autorizzato e provvedere al suo aggiornamento se non  corrisponde più alla situazione reale dell'azienda.

Ecco la principale normativa riguardo alla Legge Regionale 37/93 relativa ai Reflui zootecnici.